Valutazione del plesso nervoso sub-basale nel diabete: una revisione

Dicembre 2017

Le complicanze del diabete sono dovute alle alterazioni microvascolari e neuropatiche indotte dall’iperglicemia cronica. Al fine di ridurne la gravità e l’impatto sociale, è d’obbligo diagnosticare tempestivamente e trattare e monitorare in modo adeguato la neuropatia diabetica (ND) e l’angiopatia diabetica (AD). L’esame del fondo oculare e l’angiografia retinica sono marcatori consolidati dell’AD, mentre manca tuttora un marcatore convalidato e adeguatamente specifico per la ND.

La cornea è l’organo con la più alta densità di nervi di tutto il corpo e l’unica struttura in cui i nervi possono essere osservati direttamente e in maniera non invasiva. Questo è possibile grazie alla microscopia confocale, una tecnica introdotta di recente nella pratica clinica, la cui importanza nella diagnosi delle patologie della superficie oculare è ben riconosciuta. Obiettivo di questo articolo è esaminare le attuali conoscenze sull’uso e sui limiti della microscopia confocale per la valutazione delle alterazioni diabetiche del plesso nervoso sub-basale corneale e il monitoraggio della ND.

pdf-icon PDF: 17_12_01_Valutazione-del-plesso-nervoso-sub-basale-nel-diabete-una-revisione

Share Button