Valutazione clinica di un nuovo strumento per fotografare l’angolo camerulare

Marzo 2018

Obiettivi: valutazione della goniofotografia automatica (AGP) – immagini a colori dell’angolo camerulare (ACA) – nell’identificazione delle strutture anatomiche angolari e dei reperti patologici o post-chirurgici.

Metodi: lo strumento GS-1 (Gonioscope GS-1; NIDEK Technologies Srl) è stato utilizzato per acquisire immagini a 360 gradi dell’ACA in entrambi gli occhi di 50 pazienti. L’inserzione apparente dell’iride per ogni quadrante ed eventuali altri reperti dell’ACA sono stati registrati. Tutti i pazienti sono stati sottoposti anche alla gonioscopia standard e l’angolo è stato valutato utilizzando la classificazione di Spaeth. La concordanza tra i due strumenti è stata determinata utilizzando il coefficiente di Cohen’s pesato linearmente κ (KW).

Risultati: dei 400 quadranti fotografati, 339 (84.8%) erano di qualità sufficiente per le analisi. L’età media (DS) era 56 (14.2) anni e 29 (58%) erano donne. La concordanza tra AGP con GS-1 e gonioscopia standard è risultata essere buona (KW, 0.65; 95% CI, 0.51 to 0.78). Non ci sono state differenze tra AGP e gonioscopia circa l’identificazione di reperti anormali quali: XEN gel stent, dispositivo Ex-PRESS, tubicino di impianto drenante, trabeculectomia, IOL a supporto angolare. Nessun evento avverso relativo alla gonioscopia o al GS-1 è stato osservato.

Conclusioni: AGP utilizzando il GS-1 è una metodica affidabile per la valutazione dell’inserzione apparente dell’iride e si è dimostrata utile nel rilevare i reperti patologici o post-chirurgici dell’ACA.

pdf-icon PDF: 18_01_02-Clinical-evaluation-of-a-novel-device-for-anterior-chamber-angle-photography

Share Button