Riabilitazione dell’acuità visiva nel lagoftalmo paralitico con l’uso di siero collirio autologo

Settembre 2016

Lo scopo del nostro studio osservazionale è stato di valutare il miglioramento visivo dopo la riabilitazione chirurgica utilizzando siero collirio autologo monodose (ASE), in alternativa alle lacrime artificiali (LA) in occhi con lagoftalmo paralitico. Il nostro obiettivo era quello di migliorare i gravi disturbi della superficie oculare che appaiono dopo il danno del 7° nervo cranico, in particolare la componente parasimpatica lacrimale, valutando il miglioramento del visus in un gruppo di occhi trattati con ASE monodose e in un gruppo che ha usato LA monodose.

Metodi: L’acuità visiva di 41 occhi affetti da paralisi del 7° nervo, 11 con sola paralisi motoria (PM), 30 con paralisi motoria associata a danno della componente lacrimale (PML), è stata valutata 6 mesi dopo aver utilizzato siero collirio autologo monodose (ASE) oppure lacrime artificiali TS Polisaccaride 1% monodose (LA). La presenza o assenza del danno della secrezione lacrimale è stata studiata con test di Schirmer 1 e 2, break up time (B.U.T.) ed estesiometria corneale.

Risultati: Nel gruppo di pazienti con PML, il valore medio del visus misurato a sei mesi dall’intervento è aumentato in modo statisticamente significativo (p=0.0001) solo nel gruppo di trattamento con ASE (22 occhi), non ha invece mostrato un incremento significativo negli occhi trattati con LA (8 occhi). Nel gruppo di pazienti con PM, il miglioramento del visus a sei mesi dall’intervento è risultato ai limiti della significatività statistica (p=0.0500) negli occhi trattati con ASE (7 occhi) e non significativo nel gruppo trattato con LA (4 occhi).

Conclusioni: è opportuno usare ASE come sostituto di lacrime naturali in particolare in pazienti con gravi disturbi della superficie oculare, perché la maggior parte dei fattori che promuovono la rigenerazione epiteliale corneale (Epidermal Growth Factor e il fattore di crescita nervosa) si trovano sia nelle lacrime che nel siero. Questi componenti particolari possono stimolare la ghiandola lacrimale e le cellule congiuntivali lacrimali a ripristinare la loro funzione, migliorare la secrezione lacrimale, correggere la secchezza oculare, la trasparenza corneale e l’acuità visiva.

pdf-icon PDF: 16_03_02_Riabilitazione-dellacuità-visiva-nel-lagoftalmo-paralitico-con-luso-di-siero-collirio-autologo

Share Button