Reperti neuropsichiatrici in pazienti con occhio secco non affetti da sindrome di Sjögren

Giugno 2016

Obiettivo: confrontare la gravità pre- e post-trattamento dei sintomi di depressione, ansia e affaticamento nei pazienti non affetti da sindrome di Sjögren e valutarne la correlazione con i segni e i sintomi iniziali dell’occhio secco.

Metodi: nello studio sono stati inclusi 54 pazienti con patologia dell’occhio secco non affetti da sindrome di Sjögren. Tutti i pazienti hanno compilato un questionario assistito dall’intervistatore sui sintomi dell’occhio secco e si sono sottoposti al test di rottura del film lacrimale (tear break-up time, TBUT), a valutazione della colorazione corneale e della disfunzione della ghiandola di Meibomio (meibomian gland dysfunction, MGD) mediante lampada a fessura e al test di Schirmer.
I pazienti sono stati valutati ai fini della depressione utilizzando la scala Hospital Anxiety and Depression Scale (HADS). L’affaticamento è stato valutato con una scala analogica visiva da 10 cm (visual analogue scale, VAS). Sono state seguite le raccomandazioni Delphi per il trattamento dell’occhio secco e la terapia è stata regolata in base alla gravità della malattia.
La valutazione di affaticamento e depressione è stata ripetuta al termine del primo mese di trattamento. I risultati pre- e post-trattamento sono stati confrontati utilizzando un t-test a campioni appaiati. Un’analisi di regressione è stata eseguita per identificare quali reperti clinici fossero correlati con il valore iniziale dei punteggi delle scale HADS e VAS sull’affaticamento.

pdf-icon PDF:16_02_01_Neuropsychiatric findings in non-sjogren s syndrome dry eye patients

Share Button