Movimenti oculari nei pazienti con dislessia

Settembre 2017

Scopo: valutare l’associazione tra la dislessia e i movimenti oculari.

Metodo: il campione era composto da 11 bambini con dislessia e 11 soggetti sani di età compresa tra 8-13 anni. Tutti i partecipanti sono stati sottoposti a visita ortottica, esami oftalmologici, analisi dei movimenti oculari, analisi della stabilità della fissazione di un bersaglio immobile, tracciamento delle saccadi, analisi delle pause di fissazione, lettura veloce e regressioni durante la lettura di un testo.

Risultati: l’analisi della stabilità della fissazione di un bersaglio immobile ha evidenziato un’importante differenza tra i due gruppi, con un tasso di perdita della stessa più elevato nei pazienti con dislessia. Anche l’analisi dei parametri di lettura ha rilevato una differenza significativa tra i due gruppi.

Conclusioni: questo studio conferma che le alterazioni dei movimenti oculari nei bambini con dislessia dipendono dall’incapacità di elaborare il materiale linguistico e questa valutazione può essere utile per individuare la disfunzione e intervenire più tempestivamente in tenerà età.

pdf-icon PDF: 17_09_02 Ocular movements in patients with dyslexia

Share Button